Tulsi o Basilico Santo

Tulsi o Basilico Santo

PROVENIENZA E STORIA:

Nome Botanico Ocimum sanctum chiamato comunemente in tantissimi altri nomi: Tulasi (sanscrito) o Tulsi (hindi) o anche Basilico “Sacro” o “Santo” fa parte della famiglia delle Labiatae e la sua origine arriva dall’India ma viene coltivato anche in altri stati dell’Asia.

Il Tulsi è una pianta di origine indiana che viene utilizzata nella medicina ayurvedica come un "adattogeno" per contrastare lo stress della vita e per curare molteplici disturbi.

E' una varietà di basilico considerata dagli Induisti una pianta sacra ed è spesso piantata intorno a templi indù.

Il nome Hindi Tulsi significa "l’ineguagliabile/incomparabile."

L'antica tradizione afferma che la Madre Divina Lakshmi, sposa di Vishnù, si sia manifestata sulla terra nella forma del Sacro Tulsi è considerata infatti la pianta dell’auto-sacrificio, perché del Tulsi non si butta via niente e le sue foglie, i fiori, i semi e gli steli vengono utilizzati sia per il culto che per la medicina ayurvedica, a beneficio di tutta la creazione.

 

PROPRIETÀ:

USO ESTERNO:

Il Tulsi è una pianta ricca di mucillagini, ogni raccolto può presentare una percentuale più o meno corposa di questa glicoproteina, quindi può capitare che preparando le maschere si formi una sorta di poltiglia gommosa. Per questo motivo consigliamo di utilizzare il Tulsi sotto forma di infuso da applicare tal quale sulla pelle o da usare al posto dell’acqua nella preparazione di maschere o impacchi con altre erbe.

 

CURA DELLA PELLE:

1. Previene e riduce brufoli e acne: preparare un tonico facendo un infuso di Tulsi, lasciate raffreddare per 15 minuti e poi applicare sulle zone colpite da acne. Questo rimedio non solo contribuisce ad eliminare i brufoli, ma anche a rendere la pelle più luminosa.

2. Schiarisce cicatrici e segni: alleggerisce l'aspetto delle cicatrici e i segni scuri lasciati dall’acne.

3. Aggiunge luminosità al viso: gli antiossidanti presenti nel Tulsi fanno sembrare il viso più giovane e fresco. Usato come scrub aiuta a rendere il viso luminoso e a rimuovere le macchie scure.

4. Lenisce la pelle infiammata: Una maschera preparata con Tulsi, Sandalo e Acqua di rose applicata sul viso a prevenire e attenuare infiammazione già in corso.

5. Restringe i pori della pelle: le proprietà antibatteriche e antinfiammatorie rendono il Tulsi un formidabile disinfettante per la pelle aiutando a liberare i pori, prevenendo così le infezioni che causano i brufoli.

6. Placa il prurito: sfregare la polvere di tulsi sulla zona in cui si ha prurito dà un rapido sollievo. Il prurito può essere placato anche applicando una miscela di Tulsi e succo di limone.

Una maschera viso preparata con il Tulsi aiuta a preparare la pelle al make-up ed eliminare macchie cutanee, acne, punti neri

 

CURA DEI CAPELLI:

I capelli secchi e danneggiati sono il cruccio di ogni donna, ma anche in questo caso il Tulsi può darci una mano ad ottenere capelli lucidi, sani e brillanti. Le sue principali proprietà in questo caso sono la riduzione della forfora, riduzione delle infezioni del cuoio capelluto e rendere i capelli lucidi.

 

N.B. Non utilizzare sul cuoio capelluto per via del difficile risciacquo.

PER TUTTI GLI USI (comprese le maschere viso): Fate un infuso (Ovviamente filtrate il tutto) ed utilizzatelo al posto dell'acqua miscelando con altre erbe e/o Ghassoul.

Related Posts:

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti

Categorie del Blog

Articoli popolari

Articoli recenti

Archivio del Blog